Quella volta che abbiamo preso 4 pere a Crotone

foto: US Sassuolo

La straripante vittoria del Sassuolo sulla Sampdoria per 4-1, ci fa tornare in mente un’altro 4-1, quello rimediato dai neroverdi allo Scida nella stagione nella stagione 2017-18. Mancavano poche giornate al termine del campionato e la squadra, ai quei tempi allenata da Iachini, era ancora in lotta salvezza. C’è chi stava peggio di noi, ma la matematica ancora non ci vedeva salvi e quella partita catastrofica a Crotone fu lo specchio della stagione del Sasssuolo, e forse non solo di quella.

Nelle passate sei stagioni in serie A, il Sassuolo ha più volte dimostrato di volersi accontentare del minimo sindacale, e puntualmente è stato punito. Ci siamo un po’ abituati nel vedere la nostra squadra steccare le partite più importanti, spesso contro le nostre dirette concorrenti. D’altronde quante volte lo abbiamo sentito dai vari allenatori “A questo gruppo per fare il salto di qualità manca solo cattiveria e un po’ di esperienza“, cattiveria ed esperienza sono due qualità che arrivano con la maturità, mentre il Sassuolo in campo ha quasi sempre schierato ragazzi giovani, fatta eccezione per il primo anno di Serie A, quando la società intervenne drasticamente nel mercato per dare una svolta ad una stagione iniziata piuttosto male, arrivarono in massa giocatori non più di primo pelo, ma senatori in grado di caricarsi la squadra sulle spalle per condurla alla salvezza,tra cui Cannavaro, Biondini e Peluso,

Siamo solo alla terza giornata di campionato, che si giocherà domenica, il Sassuolo è atteso nella Capitale per la sfida contro la Roma. Per esperienza, consideriamo le prime giornate di campionato ancora “calcio d’estate”, dove la condizione fisica non è ancora delle migliori e i nuovi acquisti devono ancora memorizzare il gioco del nuovo allenatore, quindi è ancora impossibile stabilire se il Sassuolo di quest’anno sarà quello lacunoso di Torino o quello spumeggiante visto al Mapei contro la Samp.

In redazione quel 4-1 contro la Samp ci ha riportato alla gara di Crotone, una giornata da dimenticare. Partiti da Modena in auto, un viaggio lungo 11 ore, arrivati alle porte di Crotone la nostra automobile decide di abbandonarci, capiamo subito che trovare un’officina meccanica aperta di domenica, disponibile a sistemarci subito l’auto per poter ripartire subito dopo la partita non sarà facile…

Mancano circa due ore al fischio d’inizio di Crotone-Sassuolo, noi siamo fermi sulla Strada Statale 107 Silana Crotonese con i cellulari in mano alla ricerca di un meccanico, quando tutto sembra andare storto ci passa di fianco un carroattrezzi del Soccorso Stradale Crotone, che vedendoci in difficoltà si ferma e si mette a disposizione. Gli spieghiamo che abbiamo due problemi: 1) andare allo Scida a vedere la partita, 2) sistemare l’auto per poter ripartire in serata.

Il soccorritore ci spiega che il nostro primo problema è presto risolto, lui tifosissimo del Crotone stava andando allo stadio per vedere la partita e poteva accompagnarci senza problemi. Restava da risolvere il problema dell’automobile, il nostro nuovo amico soccorritore da un primo sguardo al motore ci spiega che la nostra auto, una Fiat 500 del 2007 era giunta a fine corsa: testata bruciata e motore da buttare…

La ciliegina sulla torta in quella splendida domenica fu messa dal nostro amico Marcello Trotta, che dopo 3 minuti di gioco segno il gol del vantaggio per i rossoblu, non contento al 31′ ne fece un’altro, il Sassuolo chiuse il primo tempo sotto di 3-1 (gol di Berardi su rigore), nel secondo tempo, nei minuti finali arrivò anche il quarto gol del Crotone, per il definitivo 4-1. Una giornata che mai dimenticheremo.

P.S. La nostra 500 è rimasta a Crotone, ringraziamo il nostro amico Francesco del Soccorso Stradale per averci procurato a fine partita un’automobile a noleggio per poter rientrare a Modena.

 

Avatar
About TuttoSassuoloCalcio 473 Articles
Tutto sul Sassuolo Calcio, notizie e curiosità inerenti il mondo neroverde raccolte tutte in un unico sito. TuttoSassuoloCalcio.it vuole essere il punto di riferimento di tutti i tifosi e simpatizzanti del Sasol.